Benvenuti alla "Festa dei Cereghetti"


Affrettati ad iscriverti, termine d'iscrizione il 10 settembre!

Care amiche e cari amici della grande famiglia del casato dei Cereghetti,

é con enorme piacere che ci rivolgiamo a voi per comunicare l'intenzione di voler organizzare un nuovo incontro della nostra famiglia.

La data prescelta é sabato 22 settembre 2018.

Questi mesi ci permetteranno di riuscire, speriamo, a contattare il maggior numero di Cereghetti in Svizzera e all'estero.

Facciamo affidamento anche su ognuno di voi per divulgare l'appuntamento a vostri conoscenti "Cereghetti".

Vorremmo ripartire dalla bellissima giornata trascorsa assieme 7 anni or sono e della quale alleghiamo di seguito un commento.

 

 

 

         Cereghetti in festa a Mendrisio

 

Una giornata iniziata con grandi saluti, lunghe e forti strette di mano, abbracci e baci fra vecchi e nuovi  amici, famigliari, conoscenti, compagni di scuola e d’infanzia  che da decenni non si incontravano,  persone che hanno potuto ritrovare o trovare vecchi e nuovi parenti vicini o lontani.

Un sentimento di vicinanza e di grande famigliarità che ha prodotto forti emozioni, che occhi lucidi e voce tremolante lasciavano trasparire.

Questa è stata la magia di una giornata che ha portato al Mercato Coperto di Mendrisio oltre 350 “Cereghetti”, casato che ha la sua culla nell’alta Valle di Muggio, e più precisamente a Muggio, Scudellate e Roncapiano.

Per la prima volta più generazioni si sono riunite per salutare, ringraziare, ricordare e riscoprire le proprie origini, con il piacere di passare assieme momenti di forte intensità.

L’aperitivo con “il Grimel”, antica bevanda dissetante destinata ai lavoratori nei campi e detta anche “lo champagne dei poveri” per la sua leggera frizzantezza e per i suoi semplici e poco costosi ingredienti, ha accolto i partecipanti, i quali, dopo i saluti di rito e il momento di raccoglimento per tutti i nostri predecessori,  hanno potuto ascoltare le musiche suonate dalla banda “Cereghetti”, costituitasi per l’occasione, naturalmente con soli musicisti del casato.

Il lauto pranzo, seguito dalla torta a tema,  ha preceduto la presentazione dell’istoriato del nostro cognome e del nostro stemma, dati poi come ricordo della giornata, mentre il canto dell’inno dei “Cereghetti”, composto per l’occasione, ha ulteriormente creato quello straordinario legame “famigliare”.

Si sono salutate con piacere le persone provenienti da tutto il Ticino, dalla Svizzera francese, tedesca e la nutrita presenza da Mesocco, e si è voluto dar risalto in particolare alle persone che, stuzzicate dall’appuntamento, hanno voluto venirci a trovare da molto lontano. Dalla Francia, dal Belgio, dall’Italia e perfino dall’Argentina, discendenti di nostri emigranti del 1850-1870, sono giunti per la prima volta in Svizzera. Con emozione e orgoglio hanno ricordato e raccontato  la discendenza dai loro avi e l’emozione di scoprire la loro terra d’origine. 

Giochi di prestigio, una straordinaria esibizione alla fune, canzoni popolari, il salmo svizzero, balli e molta allegria hanno segnato il trascorrere di un intenso ed emozionante  pomeriggio.

Poter essere fra oltre 350 persone dello stesso casato, salutarsi scambiando unicamente il proprio nome,  perché ormai il cognome era scontato, sapere che molti, molti altri non hanno potuto raggiungerci per svariati motivi,  sapere che tutti portano con orgoglio il cognome “Cereghetti” e che hanno ancora nel cuore la loro Valle d’origine, ha contraccambiato l’impegno del gruppo organizzatore. Speriamo che questo seme di amicizia possa ulteriormente germogliare e crescere nelle nuove generazioni e permetta ai “Cereghetti” di rimanere sempre una vera e grande famiglia nel ricordo delle proprie origini.

 

Ecco alcune significative strofe del nostro inno:

 

Siam tanti e siam valenti, in tutto il mondo ormai presenti;

della Valle e dei nostri Avi, nel cuor portiamo gl’insegnamenti.

 

Dalla fonte del Generoso, ognun si fece molto operoso;

stimati, sempre corretti, conoscon tutti i Cereghetti.

 

Ritrornello: Ma guarda quanti siam, siam tutti Cereghetti;

ma guarda quanti siam, sem tücc da la Val da Mücc.

Sum chi anca mi, visin a ti,

sum chi anca mi, visin a ti;

da tanti an, da tanti an scpeci sctu dì!